Cassazione civile, sez. II, 27/03/2015, 6284 – Prescrizione decennale del diritto al risarcimento se l’opera non è terminata.

La Suprema Corte, con la sentenza n. 6284 del 27.03.2015, ha ribadito che le norme in materia ai appalti, poste a garanzia della corretta esecuzione delle lavorazioni (art. 1667 c.c. e ss.), trovano applicazione solo quando l’opera si stata integralmente portata a compimento. Invece, “nel caso di non integrale esecuzione…

Cassazione Civile, 13.04.2015 n. 7370. Potere del Direttore Lavori di bloccare le opere e dovere di informare il committente.

“Il direttore dei lavori che rilevi delle difformità rispetto al progetto deve ordinare la sospensione dei lavori; in quanto persona di fiducia del committente, infatti, ha il compito di sorvegliare i lavori, di garantire che le opere vengano eseguite in conformità al progetto con potere dovere di intervento tempestivo con…

La concessione edilizia deve sopraggiungere prima dell’ultimazione dei lavori, pena la nullità del contrato d’appalto

Come da unanime giurisprudenza, il contratto d’appalto è nullo in assenza di una valida concessine edilizia. La seguente sentenza della Suprema Corte ha però asserito che la nullità del contratto d’appalto non può essere rilevata quando la concessione edilizia, seppur non presente alla data di inizio dei lavori, sopravviene successivamente…

Errore progettuale responsabilità dell’appaltatore – Cassazione civile sez. II, 2 marzo 2015, n. 4161

Con la senteza in oggetto la Suprema Corte ha ribadito ancora una volta che “l’appaltatore, dovendo assolvere al proprio dovere di osservare i criteri generali della tecnica relativi al particolare lavoro affidatogli, è obbligato a controllare, nei limiti delle sue cognizioni, la bontà del progetto o delle istruzioni impartite dal…